Barra video

Loading...

sabato 29 ottobre 2016

Mascali: L' Organo a Canne Mascioni - Opera 754. Musica e Storia.


 
"La Sicilia"  21 febbraio 1959
 

Durante la settimana dedicata ai festeggiamenti del patrono San Leonardo abate si è svolta la manifestazione "L'Organo Mascioni opera 754. Musica e Storia" organizzato dalla confraternita di San Leonardo e dalla associazione culturale Mascali 1928 con il patrocinio della arcipretura di San Leonardo e del comune di Mascali.


Leonardo Vaccaro, associazione culturale Mascali 1928 ha ricordato introducendo la manifestazione la preziosità dell organo della chiesa di Mascali realizzato dalla ditta Mascioni di Azzio in provincia di Varese ed inaugurato il 22 febbraio del 1959. Fu necessario realizzare un nuovo strumento perchè durante l'eruzione del 1928 l'organo della antica chiesa di Mascali risalente al 700 venne distrutto dalla lava. Il parroco Carmelo Parisi si fece promotore della iniziativa ottenendo un cospicuo finanziamento dalla regione siciliana, presidente l'on. Giuseppe La Loggia ed affidando la realizzazione alla ditta Mascioni operante fin dal 1829 e considerata oggi una delle più importanti al mondo sia per la realizzazione di nuovi organi ( Santuario Madonna di Fatima in Portogallo, Aula Paolo VI in Vaticano) sia per il restauro di quelli antichi come il monumentale organo di Donato Dal Piano presso il Monastero di San Nicolò l'Arena di Catania.
Ha ricordato infine le figure degli organisti di Mascali come Mariano Vasta operante nella seconda metà dell'ottocento e Leonardo Musumeci che inizio a suonare appena sedicenne nel 1960 e prosegui per oltre trenta anni.


Carmela Cappa storico dell'arte della soprintendenza ai beni culturali ed ambientali di Catania ha ricordato come il nostro territorio da Nunziata a Giarre da Riposto a Sant'Alfio da Linguaglossa fino a Bronte sia ricchissimo di splendidi strumenti musicali che versano spesso in stato di abbandono o che seppur restaurati grazie all'impegno dei funzionari della soprintendenza non vengano mai suonati privando i cittadini ed i fedeli di una esperienza di grande valore. Anche l'organo di Mascali che ha quasi 60 anni avrebbe bisogno di un urgente intervento di restauro e si potrebbe accedere ad appositi finanziamenti previsti sia dalla regione siciliana che dalla conferenza episcopale italiana.


Francesco Forzisi diplomato in organo e composizione organistica presso l'istituto Vincenzo Bellini di Catania ha illustrato il complesso funzionamento dell'organo di Mascali dotato di 2 tastiere 1 pedaliera e quasi mille canne. Ha eseguito brani di Johann Sebastian Bach, Vincenzo Bellini ed in conclusione l'inno del patrono di Mascali San Leonardo accompagnato alla voce da Angela Contarino.


Angela Contarino diplomata in canto lirico presso il conservatorio Arcangelo Corelli di Messina ha tracciato un excursus storico sull'organo a canne considerato il re degli strumenti musicali e con una posizione di assoluto rilievo all'interno delle azioni liturgiche.
Ha ricordato come in origine organo e coro fossero due entità distinte e che l'organo avesse il compito importantissimo di riprodurre in terra la musica divina.


Antonino Alibrandi storico ha ricordato la figura di padre Carmelo Parisi arciprete parroco di Mascali dal 1939 al 1967. Docente di religione di innumerevoli generazioni di studenti si prodigò per arricchire la chiesa di Mascali ricostruita dal governo fascista ma priva quasi interamente di arredi : statue, cappelle e lo stesso organo sostituito inizialmente durante le funzione religiose da un piccolo armonium. Visse gli anni dei forti contrasti politici tra la democrazia cristiana ed il partito comunista presenti anche in un piccolo centro come Mascali, adoperandosi con il proprio carattere bonario ma deciso e a volte stravagante per il bene della comunità.


Ha concluso la serata l'arciprete Don Rosario di Bella ringraziando il pubblico presente e gli ospiti ed augurando un prossimo restauro del nostro prezioso organo.











Nessun commento:

Posta un commento